Come scegliere lo spremiagrumi

Sembra davvero semplice entrare in un supermercato e prendere alla cieca uno spremiagrumi, magari solamente basandoci sul prezzo. Sono in tanti che si ritrovano poi a maledire la fretta e la mancata accortezza prima dell’acquisto. Prima di tutto bisogna valutare il tempo e lo spazio, non stiamo certamente parlando di fisica ma di quante volte utilizzate in media uno spremiagrumi e dove intendete riporlo. Senza dubbio poi il costo è uno dei fattori determinanti, ma ci sono tante offerte e non bisogna di certo fermarsi al primo centro commerciale aperto di sabato mattina. Qui sotto vi proponiamo una serie di semplici consigli per trovare il modello più adatto a voi. 

Questione di tempo …

Prima di tutto abbiamo parlato del tempo. Una casalinga con una famiglia numerosa, che ovviamente consuma molta spremuta di arance, avrà bisogno di un modello con una potenza elevata e una caraffa con ampia capienza. Sicuramente è vero che ha più tempo a disposizione della commessa che torna a casa alle 9, ma provate voi a spremere quasi 2 litri di succo al mattino durante la colazione o a merenda. Un buon spremiagrumi infatti ha doppia rotazione e una potenza sicuramente al di sopra delle 20 Watt, se poi avete problemi alle articolazioni delle mani ne servono anche di più, solo in questo modo si evita di fare molta pressione. 

… e di spazio.

Tempo e spazio viaggiano sempre insieme, siamo sempre parlando di spremiagrumi non vi preoccupate, quindi in relazione alla potenza spesso variano anche le dimensioni dell’apparecchio. Ci sono modelli che sono dotati persino di una leva per evitare del tutto la fatica, ma soprattutto la stanchezza! Sono proprio questi gli spremiagrumi indicati per tutti coloro che consumano litri di spremuta al giorno, senza dimenticare ovviamente tutti quelli che per motivi fisici particolari preferiscono non affaticare mani e polsi.

Succo a caduta libera

Tempo e spazio di nuovo insieme, questa volta però parliamo di caratteristiche particolari come la caduta diretta nel bicchiere. Molti modelli di fascia superiore hanno proprio questa peculiarità, ovvero sia quella di non dover filtrare il succo dallo spremiagrumi verso il bicchiere. Quest’ultimo infatti può sostare ai piedi dell’elettrodomestico e ricevere il succo spremuto direttamente dal beccuccio. Il succo è spesso filtrato da un colino interno anche regolabile, visto che l’intensità della polpa non piace a tutti nella stessa misura. Quest’ultima caratteristica è oggetto di valutazione non solo per i modelli a caduta libera, verificate quindi se il prodotto che vi interessa ha la griglia regolabile o meno, si tratta comunque di un vantaggio. 

La stabilità

Solitamente uno spremiagrumi non è molto voluminoso e tantomeno pesante. Per i modelli che sono anche centrifuga il discorso cambia, ma parlare di questi ibridi ci sembra un discorso troppo complesso da approfondire in questa sede. Un consiglio che possiamo darvi invece è quello di verificare sia le dimensioni del prodotto scelto, ma anche se questo ha un avvolgicavo integrato per evitare antipatici penzoloni del filo di corrente nelle mensole della cucina. Altra caratteristica molto importante è la stabilità, solitamente gli spremiagrumi sono molto stabili perché hanno una forma compatta, ma alcuni modelli sviluppano anche maggior spazio verso l’alto. In questo caso dei buoni piedini in gomma fanno la differenza. 

Conclusioni e consigli

Quanto detto finora è sicuramente quello che più bisogna verificare prima dell’acquisto. Ricapitolando ricordiamo di controllare le dimensioni, la stabilità, la custodia del cavo e sicuramente la potenza; quest’ultima molto importante per chi fa un frequente utilizzo dello spremiagrumi, ma anche per chi ha problemi di pressione. Oltre queste caratteristiche valutate anche se il rivestimento è integro o meno, se dalla caraffa è possibile verificare quanto succo è stata prodotto (ideale per fare cocktail o per chi segue particolari diete). Mentre per quanto riguarda l’acquisto vi consigliamo di anche cercare online, proprio sul web si trovano le offerte più vantaggiose.

Da valutare

  • Potenza
  • Dimensioni
  • Se la caraffa è graduata
  • Per quante persone viene utilizzate
  • Quante volte alla settimana
  • L’integrità
  • La stabilità

I migliori spremiagrumi

Adesso che siete carichi di informazioni, potete tranquillamente procedere alla scelta d’acquisto. Anche se forse manca un tassello importante per poter procedere sicuri: ovvero capire esattamente per quale bisogno vogliamo comprare uno spremiagrumi. Per questo noi di spremiagrumi.net abbiamo creato un’apposita pagina dove raccogliamo l’esigenze più comuni e per ognuna vi consigliamo il migliore spremiagrumi. Consultatela, la trovate qui e fate un acquisto informato, per risparmiare tempo e denaro!
Qui sotto invece trovate la lista dei tre spremiagrumi più venduti, se ritenete che le informazioni che avete già sono abbastanza, uno di questi farà sicuramente al caso vostro:

Krups ZX700041

EUR 137,90

214 lettori hanno comprato questo prodotto

» RECENSIONE» AD AMAZON

12 commenti su “Come scegliere lo spremiagrumi

  1. Buongiorno, complimenti per il sito. Stò cercando un modello che abbia un filtro regolabile il più possibile per poter avere delle spremute complematemte senza polpa ed altre normali. Quale modello mi consigliate senza considerare l’aspetto economico? grazie

    1. Ciao Nello,

      il Krups ZX700041 costa tanto ma non delude, non a caso i feedback sono tutti positivi. 🙂 Noi ti consigliamo questo modello quindi, facci sapere cosa ne pensi.

      Ciao,

      Il Team di Spremiagrumi.net

  2. Buongiorno
    Mi sapreste consigliare il modello SILENZIOSO più economico?
    Ovviamente sempre elettrico.
    Ho trovato il Philips hr2752\90… ma volevo spendere qualcosina in meno.

    Grazie 1000

  3. Vorrei avere un consiglio in quanto mi occorre uno spremi melograni ma sono costosi. Lo spremiagrumi a leva è la stessa cosa? o ci sono differenze, grazie.

  4. La plastica e tossico contiene sostanze chimiche che a contatto con il cibo possono essere/sono nocive, per esempio Bisfenolo A e gli Ftalati. Queste sostanze sono liberati in quantità maggiore quando si utilizza cibo acido e caldo. Qualcuno sa di un spremiagrumi (non manuale) fatto con meno possibile componenti in plastica? Grazie

    1. Ciao Giuseppe,
      gli elettrodomestici in plastica di più recente produzione a volte specificano la dicitura BPA free. In alternativa puoi valutare gli spremi agrumi in acciaio inox.
      Ciao!

      Il Team di Spremiagrumi.net

  5. Salve, mi si è rotto lo spremiagrumi (un De Longhi KS5000) ed ora sto cercando, per motivi di spazio, una macchina da cucina che abbia anche lo spremiagrumi (mixer, spremiagrumi, centrifuga, sminuzzatore e magari anche impastatrice)….. potete darmi un consiglio?
    Grazie!

Lascia un commento

Hai bisogno di un consiglio?*
Scrivi qui sotto, risponderemo il prima possibile!

*Il nostro sito offre un servizio informativo sugli acquisti: non risponderemo quindi a domande inerenti a problemi di assistenza tecnica o manutenzione.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *